Pronto Soccorso  

 

Riporterò  i più frequenti incidenti che accadono agli animali,  in ognuno di questi casi, bisogna portare al più presto l’animale dal veterinario. Innanzitutto l’animale ferito non deve allontanarsi o scappare. Se si tratta di un cane mettergli il guinzaglio e accompagnarlo in un luogo tranquillo dove esaminare la ferita. In mancanza di un guinzaglio  usate una fune o una cintura. Se l’animale non è in grado di reggersi in piedi sdraiatelo su una coperta, un asciugamano o qualcosa che sostituisca una barella. Se l’infortunato è un gatto, tenetelo per la collottola e con l’altra mano sostenetegli la parte dietro. Se si agita ed è nervoso avvolgetelo in una coperta.

 

 

Morsi:

Tastare l’animale e localizzare la ferita. Con un paio di forbicine, rasare il pelo intorno alla ferita e lavarla con acqua tiepida in cui avete diluito in antisettico. Tamponate con un pezzo di stoffa pulita (tipo un fazzoletto) quindi procedete alla fasciatura. Il veterinario  valuterà la gravità della ferita e le conseguenti cure. Nel caso l'animale sia un gatto, la  ferita potrebbe  presentarsi sotto forma di ascesso o di gonfiore, qui, il veterinario  potrebbe drenare la  bolla con una siringa, e somministrare antibiotici

 

 

Emorragia:

 

Se la ferita sanguina abbondantemente, copritela con un tampone e fasciatela. Correte dal veterinario, e nel frattempo applicate se possibile una laccio emostatico nella parte più vicina al corpo se ad esempio si tratta di una ferita ad una zampa.

 

Zampa fratturata:

Se l’animale tiene la zampa sollevata o in una posizione anormale,  può darsi che sia fratturata. Mettere l’animale in posizione comoda, cercare di mettere l’arto in posizione naturale e  proteggerla con un cuscinetto di cotone idrofilo per evitate altri traumi. Passare ora alla staccatura, servendosi di un pezzo di legno, un bastoncino, delle biro. Andranno poste tutte attorno, poi fasciate di modo che la gamba rimanga dritta e ferma. A questo punto portate l’animale dal veterinario possibilmente in auto,  in modo che non peggiori lo stato della frattura. Se il ferito è un gatto, basta il trasportino. ( Gabbietta)

 

Soffocamento:

Se l’animale sta soffocando,  toglietegli immediatamente il collare(vedi abitudini igieniche). Se gli si è conficcato un qualcosa in gola, per esempio un pezzo di osso, tenergli la bocca aperta ed estrarre la scheggia. Per impedirgli di chiuderla, mettergli qualcosa in bocca, tipo un bastoncino o un manico di cucchiaio. Se in gola si è bloccata una pallina, cercate di raggiungerla da dietro con un dito e fate leva per estrarla di modo che non vada più a fondo. Se il ferito fosse un gatto la difficoltà sarà maggiore, perché in rari casi l’animale si farà aiutare. Non lasciate mai in casa oggetti pericolosi se l’animale ha la mania di ingoiare tutto. Tenere l’animale al caldo e portarlo dal veterinario, potrebbe avere subito lesioni all’interno della gola.

 

 
 

Corpi estranei:

Può succedere che un oggetto appuntito, come ad esempio un amo da pesca una spiga o un ago, si conficchi nel corpo del nostro animale. Se di tratta di un amo, giratelo delicatamente su se stesso, di modo che appaia la punta, tagliate l’uncino con forbicine adatte, quindi sfilare l’uncino la dalla ferita che disinfetterete evitando anche che l’animale si lecchi. Non tentate di estrarre l’amo se la zona è quella vicino agli occhi o labbra, lasciatelo fare alle mani esperte del veterinario.

Per quanto riguarda frammenti di vetro o materiali che di frantumano, non toccate, potreste lasciarli elle schegge interne alla ferita nel tentavo di aiutarlo. Portatelo dal veterinario.

 

Colpo di calore:

Non lasciate mai animali chiusi in macchina nell’auto con una giornata molto calda, potrebbero avere un collasso. Se proprio non potete fare altrimenti, lasciate aperta una fessura di 5  o 10 cm  da ambedue i lati della macchina in modo da creare corrente. Se l’animale è stato eccessivamente esposto al caldo, portatelo il un posto ombreggiato fatelo sdraiare e bagnatelo con una spugna imbevuta d’acqua fredda. Avvolgergli la testa in un asciugamano bagnato e freddo. Se è possibile dategli un pochino d’acqua fresca da bere. Portarlo dal veterinario.

 

Ferite alle zampe:

Se il gatto il cane zoppicano, sicuramente c’è una ferita. Esaminatela e cercate zone doloranti o fonti di calore. Controllate che tra i cuscinetti della zampa non siano conficcati sassolini, spine, schegge. Liberatelo da qualunque corpo estraneo e detergete la ferita con un disinfettante. Se la zampa è gonfia, immergetela in acqua e sale. Portate comunque l’animale dal veterinario, in quanto solo occhi esperti possono valutare  la situazione. La ferita potrebbe peggiorare ed infettarsi.

 

 

Avvelenamento:

Vomito persistente e diarrea, spesso accompagnati da tremori o convulsioni, sono generalmente sintomi di avvelenamento. Se è già in queste condizioni, portatelo subito al pronto soccorso  veterinario! Se non ha ancora perso i sensi e pensate che possa avere inghiottito dell’acido muriatico o soda caustica, sciacquategli la bocca con acqua o latte, ed aiutatevi con una siringa senza ago. (Per la somministrazione vedi pagina Medicinali) Se siete sicuri che l’animale ha ingerito della sostanza velenosa ma non corrosiva, per esempio del detersivo, fatelo vomitare subito. Per riuscirci fategli ingerire una compressa di soda  per bucato, lo farà vomitare nel giro di 5 min.

Se la sostanza potrebbe essere corrosiva o non lo sapete, non fate niente, ma correte dal veterinario portando un campione del veleno.

 

Punture d’insetto: 

Spesso i cani, ma anche i gatti che hanno un terrazzo o un giardino a disposizione, inseguono vespe ed api e vengono facilmente punti. Se la puntura si trova sulla cute strofinate la parte interessata con della pomata antistaminica, facendo attenzione a non avvicinarla alla bocca o agli occhi della bestiola. Se la puntura si trova all’interno della bocca  portatelo immediatamente dal veterinario!

 

Vista la curiosità dei nostri animali, è probabile che si mettano spesso nei guai, probabilmente vi accadranno delle difficoltà non descritte in questo piccolo prontuario di primo soccorso. Armatevi di sangue freddo, e cercate di infondere calma nel vostro animale. Tenete sempre in casa l’essenziale per ferite e malori:

 

Siringhe monouso

Disinfettante

Compresse di garza

Bende 

Bastoncini di legno (per steccare)

Pomate antistaminiche

Forbicine per bambini

Pinzette per sopraciglia

Compresse di soda da bucato

Asciugamani e pezzi di stoffa di varie misure.

 

Indice per noi e per loro